lunedì 7 maggio 2012

Fior di laine con pulieio, asparagina selvatica viole del pensiero e fiori di gelsomino

Fior di laine 
con pulieio, asparagina selvatica viole del pensiero e fiori di gelsomino
 Classico piatto della cucina povera Sannita, fatto di ingredienti semplici e naturali come l'acqua e farina per la pasta e di prodotti primaverili della terra. La farina non è una qualsiasi farina, ma quella di Saraolla, autoctono prodotto delle colline del Sannio , simile al Cappelli , che conferisce alla pasta una colorazione paglierina e un amido che lega al condimento come nessun altra farina. Una nuova trasformazione arricchisce questo piatto,  sali minerali si fondono tra i color dei fiori  dell'erba e dell'asparagina di bosco. Antica e quasi introvabile,il pulieio è un  erba amata sin dai tempi dei Romani in più il verde dell'asparagina danno un colore ricco di speranza che si amplifica con i colori dei fiori delle viole del pensiero e del gelsomino, che oltre a donare loro colore apportano come dono azione depurativa nel primo caso e tonificante, anti depressivo nel caso del gelsomino considerato dagli Indiiani fiore sacro.

Per la pasta 
300 g di semola di grano Saraolla (saragolla)
sale  
acqua qb

per il condimento
un mazzetto di pulieio
2 spicchi di aglio selvatico
5 cucchiai di olio http://www.oleificimataluni.com/oliodante/prodotto.php?id=3
un mazzetto di asparagina selvatica
25 g di viole del pensiero
10 g di fiori di gelsomino
un pizzico di peperoncino piccante
sale nero di Cipro

Impastare semplicemente la farina con il sale e l'acqua e ottenere un panetto sodo e liscio, stenderlo in una sfoglia non troppo sottile e ritagliarla a strisce, sistemarle su una canna ( come si faceva una volta) e farle asciugare . Portare a bollore l'acqua salandola e calare per solo un minuto giusto l'asparagina che poi va subito tagliata a pezzettini; a questo punto  versare le laine e mentre cuociono preparare il condimento. Fare  a pezzetti l'aglio e soffriggerlo senza far bruciare,evitando cosi l'amaro nel mangiarlo, unire per pochi minuti l'asparagina a pezzetti.  il peperoncino e per ultimo il  pulieio a fogliette. Scolare la laina e condirla con l'olio e pulieio , unire i petali dei fiori , amalgamare il tutto e impiattare spolverando con sale nero di Cipro. Volendo abbellire il piatto nel portarlo a tavola con fiori interi freschi e punte di asparagina.







questa ricetta partecipa a :

3 commenti:

laura ha detto...

lo sapevo che potevo contare su di te!!! grazi mille Alme!!! ho appena aggiunto la tua splendida ricetta a quelle arrivate! un bacione, Laura

Miele & Vaniglia ha detto...

ciao che piatto particolare bello e da provare :)
Rosalba

samax ha detto...

complimenti per gli accostamenti! da oggi ti seguo, se ti va, passa anche tu da me